News

La Qualità in IBSA: il fine e il presupposto di un lavoro di squadra

17 dicembre 2020

Conversazione con Andreas Bernd Gerber, Head of Quality Assurance

La vera sfida che IBSA si trova ad affrontare ogni giorno è quella di mantenere un altissimo livello di qualità nel tempo. Per l’azienda, infatti, la qualità è uno dei principali asset del proprio business e fa parte della cultura aziendale, è un valore aggiunto, un investimento e non un costo. Per questo nel corso degli anni il dipartimento Quality Assurance è cresciuto costantemente, arrivando a contare 25 collaboratori guidati da Andreas Bernd Gerber, che ci accompagna in questa chiacchierata sull’argomento.

“La crescita del dipartimento è dovuta alla crescita di IBSA e alla sua internazionalizzazione. Attenzione alla qualità significa per noi creare le basi per sviluppare e vendere i nostri prodotti in tutto il mondo soddisfacendo i requisiti globali richiesti dalle normative e dai medici. Notoriamente, infatti, i prodotti IBSA sono innovativi e sicuri per il paziente: per poterli immettere come tali sul mercato sono quindi necessari processi molto robusti che dimostrino la loro qualità. È per questa ragione che effettuiamo una media di 6-7 ispezioni all’anno. Solo con un controllo costante, infatti, possiamo avere la certezza di entrare con un nuovo prodotto su un nuovo mercato o in uno già aperto in maniera efficace, o di mantenere le autorizzazioni già concesse. Inoltre, dalle ispezioni si impara sempre e per questo servono a far crescere l’azienda”.

Negli anni IBSA ha sviluppato una tecnica che si è rivelata vincente: “il reparto del Quality Assurance prepara e coordina le ispezioni secondo un processo strutturato e definito che coinvolge un team interdisciplinare composto da persone preparate ed entusiaste di affrontare la sfida. Sono infatti le persone a fare la differenza in questo processo. Per noi, la qualità è un elemento fondamentale, ed è importante educare e trasmettere gli aspetti qualitativi sensibilizzando tutti: in IBSA non è né il controllo qualità né l’assicurazione qualità a fare qualità, ma ogni singola persona in Azienda che contribuisce con il proprio lavoro al risultato finale. Del resto, la nostra supply chain ha una struttura molto complessa: fabbricare materie prime e semilavorati all’estero significa relazionarsi con culture diverse continuando a seguire la filosofia di IBSA”.

Qual è stata l’evoluzione nel tempo degli audit IBSA e come è cambiato l’approccio in funzione dell’esperienza?

“Nei primi anni del millennio ogni ispezione costituiva un evento con un diretto impatto sull’operatività dell’azienda; oggi, grazie ad un’importante organizzazione e grande professionalità e abitudine alla gestione di ispezioni, queste si inseriscono nelle attività quotidiane senza più rallentare le altre operatività. Negli ultimi mesi, inoltre, con la pandemia di Covid19, abbiamo dovuto modificare le nostre procedure e il nostro approccio alle ispezioni, passando da “site inspections” a “remote inspections”. Da un giorno all’altro, infatti, non è stato più possibile effettuare ispezioni fisiche in azienda. Questo ci ha fatto riflettere su come si potessero organizzare le ispezioni in modo diverso e, come vuole il DNA di IBSA, l’azienda è stata pronta ad innovare per continuare a permettere di effettuare tutti i controlli di qualità necessari, con nuovi approcci”.

La sicurezza di chi deve garantire la qualità dà sicurezza a tutti i reparti. Che cosa significa per il team IBSA preposto al controllo qualità essere responsabili del principale asset dell’Azienda e come ci si prepara nel quotidiano agli audit?

“La miglior preparazione possibile richiede un continuo miglioramento dei processi, al fine di garantire una qualità elevata del prodotto e, di conseguenza, un farmaco sicuro per il paziente. Allo stesso tempo, prevede l’integrazione in modo razionale ed efficiente di nuove direttive e requisititi, secondo quanto stabilito dalle autorità. Tutto questo permette di poter affrontare un’ispezione con la massima efficienza, anche se, come per tutti gli eventi, necessita di un lavoro focalizzato nelle ultime settimane. Una chiave di lettura è anche questa: vedere un’ispezione come un’opportunità per crescere”.

Che cosa significa per IBSA essere un’azienda di qualità e come si concretizza la responsabilità sociale di occuparsi della salute delle persone, di prendersi cura delle persone, nel lavoro di ognuno in azienda?

“Ognuno di noi ha molti compiti e obiettivi, dall’acquisto di componenti alla vendita di un farmaco, dallo sviluppo di metodiche analitiche alla manutenzione dei macchinari, dalla comunicazione alla etichettatura della merce in magazzino, per citare solo alcune delle numerosissime attività che si svolgono in IBSA. Tanto impegno e sudore, con alla base un pensiero comune: fornire prodotti di qualità che possano migliorare la vita di tutti. Dare così un piccolo contributo a far stare meglio chi ne ha bisogno. E questo, così credo, è un aspetto incredibilmente bello e affascinante della nostra professione: poter aiutare il prossimo”.

Condividi sui tuoi canali social